Linee minimali e tonalità rilassanti, in un ambiente open ma essenziale

Cliente
Federica e Marcello

Esigenze
Progettare e arredare la nuova casa, coniugando estetica e funzionalità.

Soluzione
Soluzione d’arredo integrata e coordinata con pavimenti, finiture murarie, cartongesso.

Siamo nella campagna veronese. Federica e Marcello avevano la necessità di progettare un casa che avesse un arredamento esteticamente bello ma che fosse al contempo funzionale, facile da usare e da vivere. Linee essenziali e tonalità rilassanti, in un ambiente arioso e pulito. E’ stato fatto quindi un lavoro a più mani, tra i nostri interiors e l’architetto Giulia Rossato, che si è occupata della parte cantieristica e di organizzazione degli spazi.
Il punto di partenza dei padroni di casa era quello di avere una casa “tutto integrato”, sobria e pratica. Siamo partiti dai pavimenti che loro avevano già scelto, giocando su toni chiari e neutri ma che fossero anche caldi, per rischiarare un ambiente che non beneficia molto della luce naturale.
Appena entrati si è immersi in un grande open space che ingloba la zona giorno e la zona cucina.

Per entrambe gli ambienti abbiamo lavorato con il cartongesso per moltiplicare i punti luce, usando dei faretti in gesso, integrati nel controsoffitto, barre a led verso l’ingresso e una gola di luce (by Panzeri Illuminazione) per illuminare la parete tv esaltandone la finitura materica.
Tende a rullo motorizzate per tutta la zona giorno.

La zona giorno è composta da una parete portatv finitura laccato bianco, divano in alcantara color nocciola by Nicoline, poltrona in tessuto blu by Ligne Roset, in accordo con la lampada ad arco di Foscarini, tavolino in legno di Bonaldo. E’ stata aggiunta poi una lampada da appoggio di Kartell, la cui particolarità sta nell’avere una superficie sfaccettata sia nella parte interna che esterna, che crea così un ricco gioco di riflessi.

Per la cucina sono state scelte delle ante laccate e un top in laminato finitura Corten che continua come rivestimento parietale dietro al lavello. La stessa finitura del top si ritrova poi nei pensili. La zona dispensa e frigorifero-forni è stata pensata e realizzata con delle colonne ad altezza soffitto, all’interno delle quali sono stati integrati gli elettrodomestici. Per non perdere contenitività, funzionalità e per dare un tocco di convivialità alla zona cucina, abbiamo pensato ad una penisola con ante anche sul retro, alla quale è stato accostato un tavolo allungabile finitura laccato bianco, di Miniforms. Completano il tutto quattro sedie in polipropilene color tortora, rivestite in ecopelle, di Bonaldo.
Come elemento d’unione tra la zona cucina e la zona giorno abbiamo progettato un mobile guardaroba pensile, realizzato artigianalmente a misura per lasciare libere le prese d’aria dell’impianto di raffreddamento, sopra e sotto al mobile. Per ridurre la profondità del mobile abbiamo inserito inoltre un meccanismo estraibile a cui agganciare le grucce appendiabiti.
Infine, quanto all’aspirazione abbiamo scelto una cappa da incassare nel controsoffitto con motore remoto per minimizzare l’inquinamento acustico.

Al piano terra, nel corridoio che porta alla lavanderia, abbiamo sfruttato lo spazio a disposizione per ricavare un armadiatura porta scarpe.

Salendo le candide scale in marmo bianco, illuminate da lampade in gesso sia a parete che come segnapasso, si accede al piano superiore, dove si trovano la camera padronale e la camera del bimbo.
La camera padronale è composta da letto e comodini dalle linee essenziali, finitura laccato bianco effetto legno, una cabina armadio su misura con porte scorrevoli in legno, dello stesso colore della parete, all’interno della quale è stata aggiunta una parte chiusa per la biancheria da letto e per i giacconi, con ante a specchio. L’illuminazione della cabina armadio consiste in una barra a led appoggiata sul binario della porta della cabina armadio, che si accende con un sensore quando si entra. Nella stanza si trova poi un mobile libreria composto di ante chiuse per poter riporre libri e oggetti di uso personale e vani aperti, finitura laccato bianco.
Sopra i comodini abbiamo applicato delle abat-jour di FontanaArte.

La camera del bimbo ha un armadio ad altezza soffitto con anta battente mixata nei colori mirtillo-prezzemolo-canapa e maniglia metallica laccata in tinta, un letto con piedini e struttura in legno e testiera imbottita color mirtillo, comodino con un cassettone color prezzemolo. Il tutto by Nidi. Il letto si staglia su un tappeto a treccia che riprende i colori dello stesso e dell’armadio.

Quanto al tendaggio, le tende del primo piano sono più morbide, scorrevole per la camera matrimoniale e a pacchetto per la cambretta.

Enrico Farinazzo

Interior designer
Negozio di riferimento: Poggio Rusco (MN)
enrico.farinazzo@ondesignstore.com

Agnese Mantovani

Progettista
agnese.mantovani@ondesignstore.com

Ti è piaciuta
questa storia di casa?

Condividila
con un tuo amico!

Hai trovato qualcosa
che ti è piaciuto?

Contattaci