Come arredare e rendere contenitivo un appartamento sottotetto

Cliente
Sabrina e Lorenzo

Esigenze
Ridisporre il layout del piano mansardato della casa di famiglia così da ricavarne un appartamento vivibile e più contenitivo possibile.

Soluzione
Ridefinizione degli spazi con ottica contenitiva e coordinata

——-

Dalla casa di famiglia si è voluto ricavare un appartamento vivibile nella zona mansarda, composto da cucina e soggiorno insieme in un unico open space, camera da letto con cabina armadio, bagno e armadiatura contenitiva sottotetto.
Entrando troviamo subito la grande cucina, composta da una grande isola finitura ante laccato bianco opaco, top laminato bianco spessore sottile, con fuochi ad induzione e lavello sottotop con vassoio scorrevole a scomparsa, piano snack in legno rovere termotrattato in appoggio all’isola con piedi in metallo verniciato blu e colonne-dispensa sempre in rovere termotrattato con ante sistema rientrante per nascondere i forni retrostanti.
Una libreria porta tv coordinata alla cucina fa da elemento d’unione tra quest’ultima e il divano in pelle bianco del soggiorno integrato.
Per questo ambiente si è pensato ad un abbassamento in cartongesso sopra all’isola della cucina, all’interno del quale sono stati incassati dei tagli di luce e ancorata la cappa in acciaio inox. Vi sono poi dei cubi di vetro fissati direttamente a soffitto , e non al cartongesso, che rendono l’illuminazione più dettagliata.

Adiacente alla cucina, delle scale portano al vero e proprio ambiente sottotetto, nel quale si è ricavata un’armadiatura con il cartongesso, formata da pannelli di legno a misura apribili composta di tante ante tinteggiate dello stesso colore della parete cosicché sembrassero un tutt’uno.
Proseguendo dalla cucina, una porta scorrevole in vetro satinata,alta fino a soffitto, con struttura alluminio  ci introduce nella zona notte. Frontalmente un’altra porta in vetro a battente si apre sulla camera da letto, composta da un letto con testata e giroletto in alcantara color marrone, comodini laccati chiari e cabina armadio organizzata a seconda delle esigenze del cliente, ricavata mediante una parete in cartongesso e una porta scorrevole in vetro bronzato riflettente con illuminazione ad accensione automatica. Al posto delle abat jour, dietro al letto abbiamo ricavato due punti luce laterali a tasca sopra ai comodini, incassati nel cartongesso, mentre abbiamo utilizzato strisce a led nascoste nello spessore retrostante del controsoffitto per aggiungere luminosità alla stanza.
Sopra al letto abbiamo un quadro di arte informale realizzato dall’artista Massimo Lodi.

Si conclude infine con il bagno, per il quale abbiamo proposto una mensola effetto legno con lavabo in appoggio e consolle color grigio perla sottostante da utilizzare come mobiletto contenitivo. Specchio con luce annessa.

Tutti i quadri presenti in casa sono dell’artista Massimo Lodi.

Cosa ve ne pare di questa soluzione? 😉

Enrico Farinazzo

Interior designer
Negozio di riferimento: Poggio Rusco (MN)
enrico.farinazzo@ondesignstore.com

Agnese Mantovani

Progettista
agnese.mantovani@ondesignstore.com

Ti è piaciuta
questa storia di casa?

Condividila
con un tuo amico!

Hai trovato qualcosa
che ti è piaciuto?

Contattaci