Piano induzione… si o no? Consigli utili!

Quanti di noi vorrebbero cucinare facilmente e in poco tempo? Credo la maggior parte! Oggi vi parlo del piano cottura ad induzione… nonostante tutti i vari scetticismi, sembra proprio una scelta interessante 😉

Il piano cottura a induzione presenta indubbiamente molti vantaggi, sia estetici sia per la cottura dei cibi. Il calore prodotto si concentra infatti soltanto sul recipiente, si riducono quindi le dispersioni termiche e i tempi di preparazione arrivano in alcuni casi addirittura a dimezzarsi. Sono possibili tutti i tipi di cottura, esattamente come con il piano a gas, con regolazione molto precise dei livelli di potenza nelle diverse zone.La cottura a induzione non altera in alcun modo il sapore, la consistenza dei cibi o le caratteristiche organolettiche degli alimenti.

Vediamo ora nel dettaglio..

 

5 buoni motivi per acquistare un piano ad induzione:

  1. Migliora la qualità di cottura: è molto preciso nella variazione di temperatura della pentola, si può bloccare l’ebollizione, mantenere un fuoco molto basso o molto alto, con una precisione elevata che non si può ottenere con il tradizionale piano cottura a gas.
  2. Massima sicurezza: non ci sono fiamme, il calore infatti è sprigionato da un campo magnetico e solo a partire dal diametro della pentola entro cui si vuole cucinare. Non si rischia quindi di scottarsi.
  3. Design: per chi ama lo stile moderno e minimalista, il piano si integra nel top mantenendo un aspetto pulito e lineare dell’intera cucina.
  4. Estrema facilità di pulizia: è un’unica superficie piana, inoltre non essendo calda la piastra vicino al bordo delle pentole, non si formano incrostazioni dovute all’accidentale fuoriuscita di liquidi.
  5. Bassi costi di utilizzo e alto rendimento: l’energia elettrica costa di più, ma la cucina ad induzione entra in funzione solo quando serve, i tempi di utilizzo sono inferiori del 30% ed il rendimento è del 90%. A parità di potenza resa il costo è identico!

 

prodotti-6782-rel01

Come funziona l’induzione?

Il calore per la cottura non viene prodotto sotto il piano in vetroceramica, ma direttamente nel fondo della pentola, dove si trasmette in modo immediato ai cibi da cuocere. Sotto il piano in vetroceramica si trova una spirale induttrice elettrica che, alimentata dalla corrente elettrica, genera un campo magnetico ad onde lunghe (ca. 35 kHz). Il campo magnetico generato mette in “risonanza” il materiale ferroso della pentola, riscaldandola. Questo campo magnetico è assolutamente innocuo, in quanto interagisce solo ed esclusivamente con il ferro. L’unica parte che viene scaldata è il fondo della pentola.

Confronto induzione vs gas

Nonostante il costo dell’elettricità sia superiore a quello del gas, cucinare con un piano ad induzione grazie all’elevata resa (circa il 90% dell’energia assorbita) permette di ridurre notevolmente i tempi di cottura. A parità di potenza resa il costo risulta quindi praticamente identico, con la differenza che con l’induzione si usufruisce di notevoli vantaggi che un piano a gas non è in grado di offrire.

Cucinare a induzione costa di più rispetto all’utilizzo del gas?

No. Il rendimento è senza dubbio uno dei tanti vantaggi della cottura a induzione. I piani a induzione sfruttano
al meglio la potenza dell’energia elettrica ottenendo il calore più velocemente rispetto ai piani a gas o elettrici. Cucinando a induzione si sfrutta il 90% dell’energia assorbita, mentre con un piano a gas se ne sfrutta solo il 55%.

Vantaggi_piano_cottura_induzione

Sicurezza

I piani cottura a induzione sono in assoluto i più sicuri.
Il calore si genera solo nella pentola e la superficie non coperta dal contenitore resta fredda. Anche tra la pentola ed il piano cottura la superficie resta fredda, tant’è che è possibile far bollire l’acqua con un giornale o un panno tra pentola e piano!

In caso una zona venga attivata senza che una pentola sia sul piano cottura, non succede nulla, non viene prodotto calore e la zona si spegnerà. In ogni caso è anche possibile utilizzare un blocco comandi per i bambini.

Come pulire un piano cottura ad induzione?

Un piano cottura ad induzione è estremamente facile da pulire; è sufficiente utilizzare una spugna umida e un detergente neutro per rimuovere lo sporco. Dato che la superficie del piano resta fredda, anche in caso di fuoriscita di liquidi o altro, lo sporco non sì brucia e incrosta sul piano. L’assenza dei tipici bruciatori e griglie di un piano a gas rende la pulizia un’operazione di pochi secondi.

 

Cosa ne pensate? Quale piano cottura avete scelto? 😉