2017…proroga Bonus Mobili!

La Legge di Bilancio per il 2017 è stata approvata con voto di fiducia anche al Senato ed è divenuta Legge.
Tra le varie misure presenti, sono state rinnovate molte delle agevolazioni fiscali già introdotte dalle precedenti Leggi Finanziarie. In particolare è stato prorogato fino al 31 dicembre 2017 il Bonus Mobili ed Elettrodomestici legato ai lavori di ristrutturazione edilizia.

Viene prorogata al 31.12.2017 la detrazione Irpef/Ires del 65% prevista per i seguenti interventi di riqualificazione energetica:

♦  interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti, che conseguono un valore limite di fabbisogno di energia primaria annuo per la climatizzazione invernale inferiore di almeno il 20% rispetto ai valori riportati nell’allegato C, numero 1), tabella 1, annesso al D.lgs. 192/2005, fino ad un massimo di detrazione di 100mila Euro;
♦  interventi su strutture opache verticali, orizzontali (coperture e pavimenti), finestre comprensive di infissi, fino a un valore massimo della detrazione di 60mila euro ;
♦  installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda, fino a un valore massimo della detrazione di 60mila euro;
♦  interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione, fino a un valore massimo della detrazione di 30mila euro;
♦  interventi di sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria, fino a un valore massimo della detrazione di 30mila euro;

La Legge di Bilancio 2017 ha prorogato la detrazione del 50% prevista per l’acquisto di mobili, a favore dei soggetti che hanno effettuato lavori di ristrutturazione edilizia, apportando alcune modifiche al testo di legge.

Secondo la nuova disposizione è possibile usufruire del bonus:

♦  limitatamente agli interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati a partire dal 1° gennaio 2016; 
♦  per le spese sostenute nel 2017 relative a mobili ed elettrodomestici di classe non inferiore a A+ (A per i forni);
♦  per un ammontare massimo complessivo di 10mila Euro. Ai fini del computo di spesa massima, si tiene conto anche delle spese sostenute nel 2016 per le quali si è già fruito della detrazione per l’acquisto di beni, in relazione agli interventi effettuati nel 2016 o per quelli iniziati nel 2016 e proseguiti nel 2017.

La detrazione spetta nella misura del 50%, ed è da ripartire tra gli aventi diritto in 10 quote annuali di pari importo, indipendentemente dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione che fruiscono delle detrazioni previste al comma 1 dell’art. 16 del D.l. 63/2013.

Si segnala che il c.d. bonus mobili giovani coppie, ossia la detrazione fiscale per l’acquisto di mobili per l’arredo dell’abitazione principale acquistata da giovani coppie, introdotto con la Legge di Stabilità 2016 (art. 1 comma 75 L. 208/2015), non è stato prorogato. Tale detrazione, pertanto, sarà valida per le spese sostenute fino al 31.12.2016.

Sostanzialmente il Bonus Mobili mantiene intatte le caratteristiche di base, prevedendo una detrazione in 10 anni del 50% per acquisto di mobili ed elettrodomestici con una spesa massima di 10 mila euro, cambiano invece le tempistiche relative ai lavori di ristrutturazione o manutenzione straordinaria ai quali potersi agganciare: potranno infatti usufruire del bonus mobili 2017 solo i contribuenti che hanno iniziato interventi di recupero del patrimonio edilizio a decorrere dal 1° gennaio 2016.

Nel caso in cui siano stati effettuati interventi di recupero edilizio nel 2016 (proseguiti o meno anche nel 2017) e siano già state sostenute spese per acquisto di mobili nel 2016 avvalendosi del bonus, sarà possibile usufruire del bonus mobili anche nel 2017, ma solo al netto delle spese già sostenute nel 2016 e fino al raggiungimento del tetto complessivo di spesa per mobili di 10.000 euro.